DONNESENZAVOLTO

Verso la fine del 2007 si distingue all’interno del circolo un piccolo gruppo composto da donne particolarmente motivate, desiderose di esprimere la propria creatività e spingere alla riflessione con uno sguardo diverso attraverso la fotografia.

Nasce così l’idea di una “collettiva al femminile”, la cui prima edizione è inaugurata simbolicamente l’8 marzo 2008.
La mostra, dal titolo “Essere uomini: fotografie di donna”, è organizzata presso il centro turistico-ricettivo “Al Gambero” e ospita circa 80 immagini di otto socie del circolo fotografico.


“Donne senza volto” è il titolo che, a partire dalla seconda edizione, identifica e caratterizza l’iniziativa.
I suoi significati sono molteplici: dal numero dei volti delle partecipanti, che si aggiungono e mutano continuamente nel corso degli anni, fino alla convinzione che per esprimere un’opinione, un sentimento, un’immagine non vi sia bisogno di una faccia, perché sono sufficienti il cuore, l’emozione, la passione. E sono queste le cose che, dall’inizio, sostengono tutta l’iniziativa.


Infine, di certo non meno importante, vi è il tentativo di dar voce alle tante donne nel mondo che non possono esprimere liberamente il proprio pensiero, in ricordo di quelle che invece hanno detto la loro in passato e per le quali esiste la festa dell’8 marzo.
Per tutte le donne, per le nostre figlie ed anche per i nostri figli, che ameranno e vivranno con figlie e figli di altre donne.